La co-centralità dei fratelli…


Sembra che molte sofferenze (come ad esempio il narcisismo) si sviluppano dal rapporto coi genitori ma sono legate anche al rapporto coi fratelli/sorelle e si manifestano proprio qui: nei rapporti paritari.
Il narcisista è tale perché ha 'perso per strada' i fratelli e le sorelle e la cura per lui non è imporgli i servizi più umili perché impari a stare in secondo piano, ma il porlo in posizione centrale insieme ad altri: c’è una co-centralità. È la fraternità, è l’accettare di avere fratelli quello che ci cura dalle ferite affettive. Se noi accettiamo di avere fratelli e di essere figli ecco che siamo dentro la crescita sana.
Giovanni Salonia

Etichette: