L'autoregolazione della relazione…


In Psicoterapia della Gestalt, è andata emergendo un’istanza regolativa prioritaria rispetto all’autoregolazione dell’organismo individuale. 
La abbiamo chiamata “autoregolazione della relazione”: i vissuti del soggetto sono, in ultima analisi, vissuti relazionali; essi portano in sé sempre e comunque la tensione verso un contatto positivo e nutriente con l’altro. Ascoltando ed esplicitando le intenzionalità relazionali (o di contatto) presenti in ogni soggettività, emerge, contestualmente, un’istanza di autoregolazione della relazione. Ed è proprio dalle intenzionalità di contatto che derivano la tendenza e la competenza a trovare la migliore condizione di scambio relazionale, una sorta di intima istanza che regola l’intreccio delle due intenzionalità che si vogliono incontrare. In altre parole, non solo tendiamo ad incontrare l’altro, ma siamo intimamente e originariamente disposti a coniugare l’intenzione di incontrare l’altro con la realtà “altra” dell’altro. 
Giovanni Salonia

Etichette: