Respiro: il corpo che parla di me...


Il respiro è il ponte tra il volontario e l’involontario, tra l’anatomia reale e quella simbolica. Il respiro è la strada che ci permette di compiere quel lungo viaggio che ci conduce al punto a noi più lontano e più vicino: il nostro corpo e la nostra storia. Il respiro è quel flusso sotterraneo di consapevolezza che in ogni momento ci tiene aggiornati su noi stessi e sul nostro coinvolgimento con l’esistenza e con il mondo.  
Respirare significa collocarsi là dove, momento per momento, accade (e si celebra) il miracolo della vita che congiunge in danza l’inspirare e l’espirare, il dentro e il fuori, l’essere-da (il primo respiro) e l’andare verso… 
Giovanni Salonia

Etichette: