Oltre la nostalgia del futuro...


Kairòs, allora, è vivere nel now-for-next con integrità e pienezza. Solo se siamo a contatto con noi stessi sappiamo dove andare e solo se abbiamo audacia possiamo andare dove dobbiamo andare per raggiungere la pienezza personale e relazionale. Kairòs è il tempo giusto, quello che scorre nella linea del raggiungimento della meta. E la meta è sempre l'incontro: il luogo in cui l'io e il tu si possono incontrare senza negare né se stesso né l'altro. Dentro il ritmo del Kairòs, tempo vissuto della relazione, non rimane spazio ed energia per la nostalgia, o meglio si comprende che la più profonda e intima nostalgia riguarda sempre il prossimo passo: ciò che ci manca si trova davanti a noi, e non alle nostre spalle.
Forse, allora, non si ha nostalgia delle origini, ma della meta, dell'incontro prossimo…
Giovanni Salonia

Etichette: