Essere custodi dell'altro...

Chi educa ha il compito di essere custode della memoria. Deve "ricordare", per offrire a se stesso e a chi gli sta di fronte un orizzonte di comprensione della storia che si sta costruendo; deve poter narrare la vita dell'altro cogliendone i nessi e le sequenze, incomprensibili per chi sta vivendo sulla propria pelle l'avventura rischiosa, ma affascinante della crescita.
Giovanni Salonia

Etichette: