Racconto di un meeting pienamente gestaltico…


Il Meeting svoltosi a Venezia nei giorni 29-30 giugno e 1 luglio 2012, promosso dall’Istituto Gestalt Therapy Kairòs, è stato un’occasione unica, di confronto tra professionisti,  di piacevole incontro tra colleghi e condivisione di tutte le attività,  le ricerche e i progetti in programma per il 2012/2013. 

Tre giornate come palcoscenico di riflessioni, 
di “nuovi orizzonti” 
che alimentano un’idea di fondo che è quella 
di costruire creativamente e insieme 
un Ponte Stabile e Flessibile
che accomuni le tre Sedi,
che le renda Protagoniste allo stesso modo e
che sia portatore di un Modello teorico-clinico 
vivo e pienamente presente.



"Stenditi, ponte, mettiti in posizione, 
trave senza spalletta, reggi colui che ti è affidato. 
Pareggia insensibilmente il suo passo incerto, ma se vacilla, 
fatti conoscere e come una divinità montana scaglialo a terra”.
Franz Kafka, “Il ponte. E altri racconti” (1917).



Un ponte che richiama una famosa affermazione di Nietzsche in “Così parlò Zarathustra“: “La grandezza di un uomo è di essere un ponte e non uno scopo, nell’uomo si può amare che egli sia una transizione e un tramonto. La nostra esistenza è tale solo in quanto rappresenta un passaggio continuo. Per l’uomo non può esserci altra vera vita al di fuori del superamento continuo di se stesso. Il destino di chi ricerca la propria autenticità è racchiuso nel dubbio, nella crisi, nel mettersi continuamente in discussione, rischiando, istante dopo istante, le posizioni raggiunte, le risposte, le certezze acquisite.”


Stefania Antoci
Referente Staff Eventi GTK

Etichette: