Tesi in pillole...


“Sviluppi recenti nella ricerca neuroscientifica e genetica: Stimoli e riflessioni per lo psicoterapeuta della Gestalt”


La tesi approfondisce una prima correlazione fra un dominio emergente di studio biologico e la psicoterapia. Una lettura della teoria della psicoterapia della Gestalt alla luce di un ambito disciplinare che, seppur nato negli anni ’60, trova oggi un interesse nuovo: l’epigenetica.
Partendo da un interesse per l’intreccio fra biologia e psicologia, sviluppa un approfondimento di questo ambito disciplinare correlandolo alla psicoterapia della Gestalt.
L’epigenetica rappresenta forse l’incrocio più interessante della polarità genetico/ambientale, biologico/culturale, innato appreso. Apre ad una dimensione in cui ciò che è relazionale e appreso diventa patrimonio biologico trasmesso alla generazione successiva, ulteriore limite e potenzialità delle relazioni attraversate. Ma con una peculiarità: che questo patrimonio in cui sono segnate le tracce relazionali, può essere nuovamente modificato dal inedite relazioni. Una postuma rivincita di Lamarck su Darwin.
La tesi ri-attraversa la teoria della psicoterapia della Gestalt alla luce di queste nuove aperture, con la curiosità di gettare nuovi sguardi verso una dimensione di sviluppo teorico che contribuisce ulteriormente alla saldatura della spaccatura fra le dicotomie corpo/mente e mondo esterno/ mondo interno che i nostri fondatori hanno chiamato ‘scissioni nevrotiche’.
Dott.ssa Eva Azicnuda 

Etichette: