Dialogare nel tempo della frammentazione.


Anche la follia, la più incomprensibile declinazione dell'esistente, ritrova la sua possibilità di significazione appena viene sottratta al confronto con una prestabilita e arrogante definizione di salute/malattia, normalità/patologia. 

G. Salonia

Etichette: