L’adolescente oggi: verso una possibile comprensione tra nichilismo e non senso


Se proviamo a dare un senso ai tanti non senso dei nostri ragazzi impareremo a crescere con loro e a percorrere insieme nuovi sentieri di condivisione [...] Se riusciamo a coniugare la nostra autorevolezza con la curiosità disponibilità ad apprendere dai giovani, se riusciamo a dare suggerimenti e indicazioni e, nello stesso tempo, ad ascoltarli con profondo interesse, se riusciamo a coniugare il volergli bene con la fiducia e il dare ordini con il rispetto del loro disordine allora cresceremo assieme a loro per vivere e non sopravvivere.

(Dall'intervento di Valeria Conte al Convegno Dietro lo Specchio, 15 Marzo 2012, Ragusa, Sala Avis)


Etichette: